“Le alternative dell’amore” di Lorenzo Licalzi

Le alternative dell’amore , romanzo di Lorenzo Licalzi edito Rizzoli, parla d’amore e di guerra, con i tratti distintivi di un giallo, tra verità da svelare e un mistero da risolvere.

IMG_20190521_172037.jpg

 

Uno scrittore parigino, Tristan Dubois, si trasferisce in un piccolo paese della Borgogna per ritrovare l’ispirazione che sembra averlo abbandonato e per riappacificarsi con il ricordo di Isabelle, l’amore perduto. L’incontro con l’ ex ufficiale nazista Baumann, lo porterà  ad indagare su un tragico mistero ed a scoprire una verità tenuta nascosta dai tempi della seconda guerra mondiale.

“Ci sono esperienze che non si possono raccontare. Perché per quanto le parole possano cercare di descriverle e in qualche modo trasmetterle, non riescono a esprimere la potenza di certe emozioni o perfino l’apparente insignificanza di altre così come le abbiamo vissute. Mancano gli odori, i toni, i brividi che suscitano certi sguardi, la percezione di certi particolari di cui magari non ci accorgiamo eppure penetrano dentro di noi, ma ciò che manca per davvero è la possibilità di descrivere lo scuotimento interiore di chi li vive, perché la nostra interiorità più profonda non ci scuote con le parole, ma con onde emotive fatte della stessa sostanza di cui è fatto l’inconscio.”

 Un intreccio di vite,  tra presente e passato. Due amori a confronto legati da una doppia accezione:  da un lato l’ amore totalizzante che supera qualsiasi ostacolo e razionalizzazione; dall’altro l’amore precario, in balia delle debolezze umane.

“E però raramente, ma vorrei dire eccezionalmente, capita di incontrare una persona con la quale i gradi di compatibilità, per qualche misterioso motivo, sono assoluti, forse ne esiste soltanto uno sulla faccia della terra, o forse addirittura due persone sono vissute in epoche diverse e dunque non si possono incontrare, ma se si incontrano, quell’amore sarà per sempre.”

Un romanzo dall’andamento scorrevole e lineare, in cui la storia avvenuta nel passato, viene raccontata nel presente dallo stesso Baumann senza sbalzi temporali: la narrazione viene spezzata solo dalle lettere scritte ai tempi della guerra tra l’ufficiale e Costance, il suo grande e unico amore.

A presto lettori.

Valutazione

4 su 5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...